loading
  • Mary Barra, Chief Executive Officer GM, annuncia la produzione del nuovo SUV a Rüsselsheim
  • Massicci investimenti per la produzione di motori e trasmissioni negli impianti di Rüsselsheim, Kaiserslautern e Tychy
  • Il prossimo anno lo stabilimento di Eisenach inizierà a lavorare su tre turni
  • Un chiaro impegno nei confronti di Opel, della Germania e dell’Europa

 

Rüsselsheim.  Nel corso della sua seconda visita in Germania di quest’anno, Mary Barra, Chief Executive Officer di General Motors, ha annunciato ulteriori rilevanti investimenti. Barra ha confermato la produzione di un nuovo modello entro la fine di questo decennio nella storica sede Opel di Rüsselsheim. “Il SUV sarà la seconda ammiraglia del marchio accanto a Insignia,” ha dichiarato Barra. Come anticipato a marzo, 245 milioni di euro saranno investiti nello stabilimento Opel di Rüsselsheim proprio per attrezzarlo per questi futuri progetti. Barra ha inoltre annunciato ulteriori investimenti per oltre mezzo miliardo di Euro negli impianti di produzione di motori e trasmissioni di Rüsselsheim, Kaiserslautern e Tychy (Polonia), necessari per consentire a Opel di passare alla prossima fase dell’offensiva di motorizzazioni con motori e trasmissioni efficienti.

 

 “Opel ha un’elevata importanza strategica per GM. L’offensiva di prodotto con 27 nuovi modelli e 17 nuovi motori è iniziata modo estremamente positivo. Questi ulteriori investimenti contribuiranno al futuro rinnovamento del marchio e rafforzeranno ulteriormente la nostra posizione in Europa. Essi costituiscono un chiaro segno dell’impegno assunto da GM nei confronti di Opel, della Germania e dell’Europa,” ha concluso Barra. Karl-Thomas Neumann, CEO Opel Group, ha accolto con grande favore questo messaggio estremamente chiaro: “General Motors e Opel sono più vicine che mai.” Ha poi spiegato che Opel gode del pieno sostegno di General Motors. “Questi investimenti aggiuntivi dimostrano per l’ennesima volta che il nostro rapporto di collaborazione è eccellente.”


Mary Barra e Karl-Thomas Neumann hanno sottolineato che tutte le decisioni necessarie sono state assunte dopo un dialogo costruttivo con i rappresentanti dei lavoratori, evidenziando altresì la collaborazione con i rappresentanti dei dipendenti di tutta Europa, con la IG Metall e con il consiglio di fabbrica Opel, presieduto da Wolfgang Schaefer-Klug.

 

Wolfgang Schäfer-Klug: "Questo pacchetto di interventi si basa sugli impegni inclusi nel contratto di lavoro collettivo, un elemento importante per consentire a Opel di continuare a procedere con la massima velocità. Esso contribuisce infatti a sostenere la crescita garantendo posti di lavoro sicuri e competitivi."

 

Karl-Thomas Neumann ha anche annunciato l’avvio del terzo turno nello stabilimento di Eisenach a partire dalla metà del 2015. “E’ un’ottima notizia per Eisenach ed è la conseguenza della forte domanda registrata per ADAM e nuova Corsa.”

 

Mary Barra ha lodato apertamente la nuova Corsa, aggiungendo che i 45.000 ordini ricevuti prima del lancio ufficiale di mercato dimostrano che la quinta generazione della piccola Opel è già sulla buona strada per diventare una bestseller.

Torna all'inizio