loading
  • Presenti il Ministro del lavoro tedesco, sig.ra Andrea Nahles e il Ministro della Cultura dell’Assia, sig. Ralph Alexander Lorz
  • Adam Opel siglò l’accordo con il primo apprendista con una stretta di mano
  • Norbert Blüm, il più famoso apprendista Opel, partecipa alla tavola rotonda 

 

Rüsselsheim. Opel festeggia oggi un anniversario speciale: l’azienda forma giovani da ben 150 anni. Numerosi ospiti – tra cui Andrea Nahles, Ministro Federale del Lavoro e degli Affari Sociali, e il professor Alexander Lorz, Ministro della Cultura dell’Assia – sono intervenuti all’evento organizzato presso il centro di formazione sulla Mainzer Strasse dove hanno parlato, hanno partecipato a una tavola rotonda insieme ad altri invitati di alto profilo e hanno avuto la possibilità di verificare in prima persona cosa significa la formazione professionale per Opel.

 

Karl Thomas Neumann, CEO Opel, ha evidenziato come a oggi siano più di 25.000 gli apprendisti che hanno iniziato la carriera in Opel:

 

 “Siamo orgogliosi di questa grande tradizione. Opel ha sempre considerato la formazione professionale qualcosa che va ben al di là del puro obbligo. Grazie ai nostri giovani e ben formati dipendenti, il futuro non ci spaventa.” Wolfgang Schäfer-Klug, capo del Opel Works Council, ha spiegato: “In Opel la formazione professionale non si limita a rispondere ai bisogni aziendali. Si cerca di offrire ai giovani la possibilità di partecipare attivamente al mondo del lavoro. Per questo motivo mi fa piacere che lo scorso anno e quest’anno 300 colleghi abbiano firmato contratti a tempo indeterminato presso l’azienda dopo il completamento del percorso formativo. 

 

Grazie ai nostri accordi, continueremo a creare le condizioni affinché gli apprendisti specializzati possano entrare in azienda a tempo indeterminato.”

 

Andrea Nahles si è congratulata con Opel per l’anniversario e ha sottolineato l’importanza che le aziende preparino i giovani per il futuro “lavoro 4.0”: “Dobbiamo e vogliamo rendere la formazione professionale più interessante e intendiamo rafforzarla. Il progresso tecnico e la digitalizzazione rappresentano nuove sfide ma creano allo stesso tempo grandissime opportunità per il sistema di formazione duale (sistema tedesco per l’ alternanza scuola/lavoro). Esso può e deve essere uno dei motori per la formazione di manodopera qualificata. Allo stesso tempo dobbiamo garantire che grazie alla formazione professionale anche chi non ottiene i massimi voti a scuola possa entrare nel mondo del lavoro. Stiamo efficacemente promuovendo e sostenendo questo progetto attraverso l’alleanza per la formazione professionale e l’istruzione continua, il programma per l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, la formazione assistita e il programma di sostegno durante la formazione.”

 

Al momento sono circa 700 i giovani che partecipano ai programmi di formazione professionale presso i siti tedeschi di Opel in 21 diverse categorie professionali, dagli attrezzisti agli ingegneri meccatronici agli impiegati nel settore industriale. Circa 100 apprendisti Opel stanno completando uno dei sette corsi di istruzione duali, offerti in collaborazione con scuole superiori e università.

 

In lode degli apprendisti: impegno e prestazioni stellari


Durante i festeggiamenti per l’anniversario, gli apprendisti Opel sono stati lodati per la loro particolare dedizione. Questo impegno si riflette negli eccellenti risultati da essi raggiunti agli esami.

 

 La votazione media degli apprendisti Opel è di gran lunga superiore alla media generale nei test effettuati dalla camera di commercio. Nell’anno accademico 2014, circa l’80 per cento dei nostri apprendisti hanno abbreviato la formazione e si sono iscritti agli esami in anticipo. Ogni anno, gli apprendisti Opel sono riconosciuti a livello regionale e federale per i loro eccellenti risultati. Impegno, motivazione e identificazione con l’azienda erano caratteristiche importanti anche 150 anni fa, quando Adam Opel, il fondatore dell’azienda, strinse la mano di un giovane chiamato Georg Klingelhöfer, il quale divenne il primo apprendista Opel – in un’epoca in cui Opel produceva ancora macchine per cucire nella prima officina, la leggendaria vecchia stalla.

  

“In Opel, la formazione professionale costituisce un’ottima base per fare carriera, presso l’azienda o altrove,” ha proseguito Neumann. Uno dei più noti ex-apprendisti Opel, l’ex Ministro del lavoro tedesco Norbert Blüm, era tra gli ospiti della manifestazione svoltasi sulla Mainzer Strasse, dove ha partecipato a una tavola rotonda sulla formazione professionale di ieri e di oggi.

 

Opel ha inaugurato il moderno centro di formazione all’angolo tra Mainzer Strasse e Weisenauer Strasse nel 1999. L’azienda ha investito circa 12 milioni di euro nella struttura, che copre una superficie di oltre 11.000 metri quadri. Più di 40 dipendenti provenienti da diverse professioni si occupano di formare i giovani, sotto la direzione di Stephan Menke.

vai al bottone sopra