loading
  • A partire dal mese di giugno, Opel pubblicherà i dati relativi ai consumi nel ciclo WLTP che riflette maggiormente le condizioni di guida quotidiane
  • Da agosto, Opel monterà sui nuovi veicoli applicazioni più efficaci del sistema SCR per i motori diesel: questo miglioramento va nella direzione della nuova normativa RDE relativa agli ossidi di azoto (NOx)
  • A giugno partirà anche l'azione volontaria di customer satisfaction per le vetture diesel attualmente in circolazione dotate di tecnologia SCR
  • Dal 2018 tutta la flotta diesel Opel adotterà la tecnologia SCR 

 

Rüsselsheim.  Opel ha reso noti i dettagli della propria iniziativa tecnica volta a incrementare trasparenza, credibilità ed efficienza, annunciata lo scorso dicembre.

 

 A partire dall'estate, la Casa compirà volontariamente un passo ulteriore per aumentare la trasparenza e rispettare i futuri protocolli sulle emissioni. Cominciando con nuova Astra, e in aggiunta alle informazioni ufficiali riguardanti consumi di carburante ed emissioni di CO2, da giugno Opel pubblicherà anche i dati relativi ai consumi registrati nel ciclo WLTP .

 

Inoltre a partire dal mese di agosto Opel adotterà un'iniziativa per incrementare l'efficienza delle applicazioni del sistema SCR (Selective Catalytic Reduction) montate nei motori diesel dei nuovi veicoli, per ridurre le emissioni di NOx. Si tratta di un miglioramento volontario e che va nella direzione della legislazione RDE (Real Driving Emissions) che entrerà in vigore dal mese di settembre del 2017. Opel si offre di comunicare alle autorità di certificazione la strategia di calibrazione del motore, con l'obiettivo di stimolare il  dialogo.

 

“Opel crede fortemente che l'intero settore debba riconquistare la fiducia aumentando la trasparenza nei confronti dei clienti e delle autorità. Opel vuole procedere in anticipo  nella direzione delle linee guida RDE per dimostrare che ciò è fattibile.”, ha dichiarato Karl-Thomas Neumann, CEO di Opel Group. “A dicembre abbiamo annunciato la strada che intendevamo intraprendere; adesso scendiamo nei dettagli. Chiedo all'Unione Europea, agli stati membri della UE e agli altri stati europei di accelerare l'allineamento per quanto riguarda la definizione e l'interpretazione dei test relativi alle misurazioni in situazioni di guida reale per porre un freno all'attuale incertezza provocata da risultati di test che sono difficilmente confrontabili.


Aumenta la trasparenza dei consumi: Opel procede verso il ciclo WLTP

 

Dalla fine del mese di giugno di quest'anno, e in  aggiunta  alle informazioni ufficiali sui consumi di carburante e le emissioni di CO2 dei modelli Opel, saranno pubblicati anche i dati relativi ai consumi di carburante registrati nel ciclo WLTP, cominciando da nuova Astra. Questi dati, che indicheranno un intervallo di consumo, con un numero più basso e uno più alto, saranno registrati per Astra model year 2016 e inseriti in un microsito web dedicato, creando così una maggiore trasparenza. I dati calcolati in base al ciclo WLTP saranno pubblicati successivamente ,nel corso dell’anno,  anche per altri modelli.

 

Secondo i piani della UE, a partire dal 2017 il “Nuovo Ciclo di Guida Europeo" (New European Driving Cycle - NEDC) sarà sostituito da uno standard più moderno, il WLTP (“Worldwide Harmonized Light Duty Vehicles Test Procedure”). Il WLTP è importante per mantenere risultati standardizzati, riproducibili e confrontabili.


Meno emissioni per i motori diesel Euro 6: Opel procede verso la norma RDE

 

Come annunciato a dicembre, Opel sta agendo anche rispetto alle emissioni di ossidi di azoto, per migliorare i motori diesel Euro 6 SCR in direzione della futura norma RDE. La RDE è la norma sulle emissioni in condizioni di guida reale, che sostituisce i test attuali misurando le emissioni delle vetture direttamente su strada.

 

Neumann ha ribadito: "Credo fermamente che la tecnologia diesel potrà continuare a svolgere un ruolo importante in Europa solo se l'intero settore seguirà un percorso di miglioramento continuo. Questo è uno dei motivi che ci hanno spinto a decidere di adottare la tecnologia SCR su tutta la nostra gamma diesel a partire dal 2018. Con ciò non ci limitiamo a parlare di una strategia volta a riconquistare la fiducia,  ma  si tratta anche di una strategia tesa a conservare il vantaggio del settore automobilistico europeo per quanto riguarda la tecnologia diesel.”

 

L’adozione del miglioramento del sistema Euro6 SCR sui nuovi veicoli è programmato dal mese di agosto 2016. Il progetto comprende anche un'azione volontaria di customer satisfaction che coinvolgerà 57.000 veicoli Euro 6 SCR che sono già in circolazione in Europa (Zafira Tourer, Insignia e Cascada). La campagna prenderà il via già nel mese di giugno 2016.

vai al bottone sopra