loading

Torino. General Motors da sempre considera l’equilibrio tra vita lavorativa e vita privata un aspetto fondamentale nella gestione delle risorse umane. In questo contesto si inseriscono diversi programmi per i dipendenti.

 

L’ultimo in ordine di tempo è lo “Smart Work”.

 

 Marco Finanzieri, Direttore del Personale, specifica: “Si tratta di una forma di lavoro flessibile grazie alla quale i dipendenti sono autorizzati ad effettuare, in maniera occasionale, le loro attività lavorative da un’ubicazione diversa dalla loro postazione di lavoro abituale, con il prevalente supporto di tecnologie dell’informazione e della comunicazione.” Con questo nuovo traguardo si favorirà ulteriormente una maggiore conciliazione tra vita professionale e familiare, argomento da sempre di grande attualità per i vertici aziendali. Pierpaolo Antonioli, AD del Centro, conferma: “GM Powertrain-Europe è da sempre sinonimo non solo di innovazione tecnologica, ma anche di un ambiente lavorativo dinamico, positivo e coinvolgente”.

 

In GM Powertrain Europe innanzi tutto non esiste la timbratrice, ma il lavoro è scandito dal conseguimento degli obiettivi di team e individuali.

 

Nel corso degli anni sono anche stati stipulati accordi con alcune società che permettono ai dipendenti di avere sconti e facilitazioni: tra gli altri un tour operator, alcuni asili nido e una scuola di lingue che prevede lezioni proprio all’interno dell’azienda così da venire incontro alle esigenze dei dipendenti. Inoltre i dipendenti possono avvalersi di una farmacia di zona per prenotare e ricevere sul luogo di lavoro vari prodotti farmaceutici e parafarmaceutici sui quali vengono applicati degli sconti.

 

L’azienda ha poi posto l’attenzione sul benessere fisico durante tutto il tempo trascorso al lavoro. O meglio: l’ergonomia e la prevenzione di possibili problematiche fisiche legate all’utilizzo continuativo del PC, condizione comune alla maggioranza del personale.

 

In anticipo sui tempi, GM ha deciso di rendere disponibile un’area dell’edificio e di attrezzarla con quanto richiesto per poter svolgere un programma di esercizi, che consentono di alleviare eventuali sintomatologie legate a quegli errori di postura a cui quasi ognuno di noi è soggetto. Grazie ad una seduta iniziale con del personale medico il dipendente svolge poi autonomamente gli esercizi adatti alle proprie esigenze.

vai al bottone sopra